Home Emozioni di ogni giorno Fuori da me.

Fuori da me.

14 giugno 2017

Mi capita spesso di fermarmi un attimo e di sentirmi un po’ sospesa, come se mi ritrovassi improvvisamente in una bolla, a vedere tutto da una parte esterna di me.

 

Non so se è una cosa naturale, che capita a tutti, se quindi fosse successo ugualmente o se invece tutto dipende da come la mia vita si è svolta. Mi ritrovo a rivivere situazioni con altri occhi, con altre emozioni.
Ora sono in auto, non guido, ovviamente.. sono in fondo, seduta al sesto posto della macchina di mio zio, mentre stiamo viaggiando per andare in Toscana e già la posizione mi permette di poterlo fare , ma mi sento al margine… Esterna.. sensibile. Non ho più accanto persone che conosco, ma vedo corpi, che ridono, umani che vivono.. ed è strano, bello, buffo… È come se mi facesse aumentare la percezione che ho degli altri e di ciò che mi circonda. Mi viene pure quella bella sensazione che si prova quando sei sulle giostre e cadi nel vuoto. La gente normale ha paura del senso di vuoto, io no, ma questo è un altro discorso.. quella sensazione l’ho sempre prima di una situazione che mi piace, che mi fa venire le farfalle nello stomaco. Mi sento proprio mancare, come se appunto stessi vivendo al di fuori di me e ne fossi estasiata.
L’altra mattina, come quasi tutte le mattine ora, prendo la bici e vado in stazione. Mi succede anche quando cammino, in giro, per ogni città in cui vado, ma specialmente in quelle situazioni di casa, nella mia città, il mio paese, le mie strade… tutto ciò che sembra famigliare, che è quotidiano, mentre cammino cambia. Assaporo sempre ciò che mi circonda, ma spesso, sento questa sensazione e mi ritrovo a guardare tutto in modo differente: gli alberi che ho sempre visto alle 4 del pomeriggio, li guardo alle 6 di mattina con quell’arancione ramato del sole.. guardo il mio bagno , con la luce spenta ed illuminato solo dalla finestra.

È come se tutto ciò che possiedo, potessi ripossederlo per la prima volta, un’altra volta.

È fantastico. Come se tutto prendesse una nuova forma, una nuova posizione, un nuovo spazio.. io stessa, è come se cambiassi forma e mi ritrovassi ad adattarmi ad un posto nuovo, che mi piace. Questa sensazione mi piace, rivivere le cose mi piace.

Lascia un Commento