Home Emozioni di ogni giorno Ti basti, ti fidi?

Ti basti, ti fidi?

2 luglio 2017

È sempre facile fare la morale agli altri senza stare però a guardare anche quello che si fa verso gli altri. Siamo sempre i primi a puntare il dito, a storcere il naso, a sospirare o a non volerci più fidare di nessuno perché in fondo, siamo sempre da soli quando dobbiamo uscire dai problemi o abbiamo bisogno di una mano. Una mano.

Siamo nati con due mani,

e credo proprio che ci possano bastare. 

Si fa sempre in tempo ad accusare le altre persone per la poca presenza o anche semplicemente a far notare quanto noi siamo presenti per loro..

per ciò che facciamo, per ciò che diciamo, per tutto quello che ascoltiamo, spendiamo, viaggiamo, guardiamo e rompiamo.

Siamo tutto noi, gli altri mancano sempre.
Non ci sono mai, siamo sempre soli.

Io sono contenta così.

Non mi lamento, non posso dire di essere sola e probabilmente nella mia vita mi è capitato anche di lamentarmi di qualcosa o qualcuno, anzi mi lamento spesso.. ma non mollo.

Ho imparato nella vita a bastarmi, a vivere per conto mio, a non dipendere da nessuno e a non cercare la mano di nessuno. La mano ce l’ho. La testa, le gambe, io per me ci sono.

Sono la prima persona che vive con me e la prima persona su cui io voglio e so di poter contare. La mano esterna, una volta che so di poter contare sulle mie, ha tutto un altro sapore, non è un dovere, uno sforzo, un “ah io ci sono stata e tu non ci sei”.

Diventa migliore, diventa piacevole.

Le persone che non sanno contare su se stesse non possono pretendere di poter contare su qualcun’altro.
Le persone che non sanno stare da sole non vedranno mai la vera natura degli altri, del loro aiuto o anche della loro assenza.

L’assenza a volte fa bene, la ritengo quasi necessaria. Senza l’assenza che ho sopportato, subito e ingoiato, non mi sarei mai conosciuta abbastanza. Non avrei, ora, riconosciuto le mie forze, non avrei mai capito di essere in grado di risalire da sola. Perché ne sono in grado.

Imparate a bastarvi. Nessuno deve nulla a nessuno, se fai qualcosa devi farlo perché hai voglia di farlo, perché ti fa piacere.. non a buon rendere.
Questa storia che le persone sono egoiste e pensano solo a sé stesse tranne te, è vecchia come mia nonna.

Piuttosto, imparate nella vita, a conoscere chi siete, cosa volete e come siete.. perché siete le uniche persone che conoscono perfettamente voi stessi . Insomma, che male c’è a farsi un regalo da soli se non vi viene regalato ciò che volevate ? Che male c’è a prepararvi il caffè più buono se nessun bar vi offre la qualità migliore ? Che male c’è a farvi un giro da soli in bicicletta se nessuno vi vuol fare compagnia ? Che male c’è a prendersi cura di se stessi, senza lamentarsi del fatto che qualcun’altro non lo faccia ? Nessuno lo deve fare.
Io non dipendo da nessuno, io sono felice, così.. con amici, famiglia e successi, ma sono davvero felice anche quando sono da sola. Perché se sono felice quando sono da sola, posso solo essere cento volte più felice, quando ho qualcuno accanto, quando lo voglio davvero.
E sono sicura sia questo, il successo della felicità.

1 commento

Zia Mire 2 luglio 2017 at 19:58

Oh Dafne
Quanto è vero

Rispondi

Lascia un Commento